Teatro

l teatro a Casa Emmaus, dal 2013 con  Elio Turno Arthemalle e Teatro Impossibile.

Il primo spettacolo prendeva liberamente spunto dal libro Mistery Shopper di Antonio Bacchis, il secondo nel 2014 si ispirava a Moby Dick. Nel 2015 si è passati a una rivisitazione dell’opera “Gli Uccelli” di Aristofane, mentre nel 2016 si è lavorato due scene di “Paradiso+Inferno” e “Edward mani di forbice”, per arrivare al 2017 con un’opera tratta dal “Cantico di Natale” di Dickens. Quest’anno, in occasione delle celebrazioni per il trentesimo anniversario l’opera “Storie in Semicerchio” prende spunto dalle storie dei protagonisti dello spettacolo: i nostri ospiti e utenti.  

teatro

Compagnia teatrale Casa Emmaus 2016

IL CANTICO DI NATALE

Per la stagione 2017 il percorso, curato come nei tre anni precedenti da Elio Turno Arthemalle, prevede lo studio, l’adattamento e la messinscena di un’opera originale tratta da “Cantico di Natale” di Charles Dickens. Come già sperimentato negli scorsi anni, il contenuto e la drammaturgia dello spettacolo saranno frutto di un lavoro di elaborazione e scrittura collettiva, che metta i ragazzi al centro del lavoro già dalle prime fasi di ideazione e scrittura. Accanto all’attore Elio Turno Arthemalle, la collaborazione della danzatrice, coreografa e maestra Enrica Spada, che ha messo la sua sensibilità artistica e la sua esperienza internazionale a disposizione del progetto. Le vicende narrate muovono dal celeberrimo racconto di Dickens per tentare di offrire uno sguardo sulla contemporaneità visto con gli occhi dei ragazzi e delle ragazze che partecipano al laboratorio. Nel nostro adattamento, Ebenezer Scrooge diventa uno squallido personaggio che, dietro il paravento di una bottega artigiana, si arricchisce con la sua attività di usuraio ai danni dei disperati costretti a ricorrere a lui. Il nostro Scrooge non è naturalmente malvagio: l’excursus della sua vita, che è costretto a ripercorrere passo per passo, racconta una vicenda di isolamento, sopraffazione, disinteresse che l’hanno portato, col tempo, a diventare un vecchio cinico e egoista. Le entità ultraterrene descritte da Dickens (lo spettro del suo vecchio socio Marley, gli Spiriti dei Natali Passati, Presente, e Futuri), diventano nella nostra lettura un mondo magmatico di entità invisibili, che conducono per mano il protagonista verso la consapevolezza.

Scena del cantico di Natale

Scena del cantico di Natale

PARADISO + INFERNO E EDWARD MANI DI FORBICE

Il laboratorio teatrale di ‪CasaEmmaus‬ coordinato da Elio Turno Arthemalle, in collaborazione con il teatro impossibile,  ha lavorato nel 2016 su due scene di “Paradiso + Inferno” e “Edward Mani di Forbice”. Le due opere sono state individuate con l’intento di lavorare sul concetto di dipendenza attraverso un linguaggio metaforico. I ragazzi hanno collaborato suddivisi per gruppi: scrittura, recitazione, allestimenti. Per ogni storia hanno scelto un oggetto-simbolo che è stato mostrato nella sala in cui si è tenuto lo spettacolo.

SAMSUNG CAMERA PICTURES

GLI UCCELLI DI ARISTOFANE

Lo spettacolo teatrale basato sull’opera di Aristofane “Gli Uccelli”, co-prodotto da Casa Emmaus e l’associazione Teatro Impossibile di Elio Turno Arthemalle è l’esito scenico del laboratorio svolto nel 2015, che ha coinvolto gli ospiti della comunità Casa Emmaus di Iglesias. Dopo due anni di sperimentazioni Casa Emmaus prova a raccogliere i frutti di una sinergia educativa costruita con pazienza e attenzione. Il teatro non è un’attività episodica dell’associazione, ma fa parte del sistema educativo della comunità. Gli spettacoli teatrali sono uno dei modi per raccontare all’esterno i percorsi, le scelte, il lavoro quotidiano dell’equipe e dei ragazzi. Lo spettacolo prende le mosse dagli “Gli Uccelli”, di Aristofane. La commedia racconta del surreale e rivoluzionario progetto di due ateniesi, Pistetero e Evelpide, che lasciano la città, sfiniti dalla stupidità degli uomini. Nella lettura dei ragazzi di Casa Emmaus, il mondo degli Uccelli è letto come l’universo delle possibilità più fantasiose: ovvero il mondo del virtuale. Gli uomini in fuga stringono un patto con Lele Trone, uno strampalato dio dei flussi elettronici: in 24 ore dovranno dimostrare di poter mettere su una nuova nazione, efficiente ed equa. La possibilità è straordinaria, e per la sua realizzazione, Lele affida loro uno strumento formidabile: saranno gli unici esseri nell’universo a poter beneficiare dell’elettronica. Per un giorno, dunque, il resto del pianeta dovrà rinunciare a qualsiasi dispositivo digitale: si fermerà tutto, sarà il caos? Come andrà a finire?

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Lo spot del nostro spettacolo realizzato da Eja Tv: 

Ornithes – né in cielo, né in terra (liberamente ispirato a “gli uccelli” di Aristofane)

 

Comments are closed.